Tempi d’oro per l’eCommerce italiano che continua la sua ascesa con tassi a doppia cifra.

Secondo lOsservatorio eCommerce B2C Netcomm Politecnico di Milano, non ci sono dubbi, nel corso del 2016 il valore complessivo degli acquisti online raggiungerà quota 19,3 miliardi di euro, segnando un incremento di oltre 2,7 miliardi di euro sul 2015, pari al 17%.

Capofila il settore dell’Abbigliamento (+25%), segue l’Informatica ed Elettronica (+22%), Editoria (+16%) e Turismo (+11%).

Molto interessante anche l’andamento a dir poco positivo di due settori emergenti legati al Made in Italy: Arredamento&Home living (segna un + 39% per un controvalore di quasi 570 milioni di euro) e Food&Grocery (con un + 29% per un controvalore che supera i 530 milioni di euro).

In occasione della XI edizione del Netcomm eCommerce Forum, Roberto Liscia – Presidente di Netcomm – ha analizzato gli interessanti dati sottolineando che

“I grandi numeri, raccontano che gli italiani che acquistano online sono ben 18,8 milioni”

 

Roberto Liscia, Presidente di Netcom

Se rapportiamo tale numero alla popolazione Internet in grado di fare acquisti – ovvero 30,8 milioni di individui – la cifra indica che l’e-Commerce italiano vanta una penetrazione del 61%, in netta crescita rispetto agli scorsi anni, se consideriamo che fino a due anni fa eravamo ancora sotto il 50%.

Nonostante i numeri lascino intendere che questo è il momento giusto per lanciarsi nel commercio elettronico:

“In Italia sono state censite appena 40mila imprese che vendono online, contro le 800mila a livello europeo di cui 200mila solo in Francia”

 

Roberto Liscia, Presidente di Netcom

In Italia, si crea dunque un vero paradosso che impedisce all’economia di crescere e svilupparsi.

“Mentre gli eShopper italiani sono raddoppiati, passando da 9 a oltre 18 milioni, le imprese non si sono digitalizzate con lo stesso ritmo.

In questo modo, le aziende italiane non solo perdono quote di mercato sugli acquirenti italiani, ma rischiano di perdere fatturati anche da eShopper esteri.”

 

Roberto Liscia, Presidente di Netcom

Le parole del Presidente Liscia sono davvero eloquenti. Il commercio digitale è indispensabile per la sopravvivenza dell’economia italiana, soprattutto laddove la forza del brand Made in Italy è più rilevante, come nei settori moda, arredamento e alimentare.

Anche gli eShopper stranieri che acquistano su siti eCommerce italiani sono aumentati del 18% (per un controvalore di oltre i 3,5 miliardi di euro). Il 42% del totale degli acquisti riguarda il Turismo, spinto dagli operatori del trasporto e dai portali per la prenotazione alberghiera, ma un ruolo importante spetta anche all’Abbigliamento (38%) con l’ottimo successo dei grandi marchi, dei retailer tradizionali e delle boutique multi-brand italiane (sia tradizionali che Dot Com).

Cogli l’attimo, non farti intimorire dall’immenso mare del web.

Il web è una grande opportunità che non puoi perdere per valorizzare il tuo business, farlo crescere e scalzare la concorrenza.

Visita la sezione del nostro sito dedicata alla progettazione e realizzazione di siti eCommerce e contattaci per un preventivo gratuito.

Fonte articolo (Il Sole 24 Ore)